La laguna di Venezia

Venezia e la sua Laguna costituiscono un sistema complesso, di enorme interesse storico, artistico, ambientale, che attualmente attraversa una fase delicata, nella ricerca di un equilibrio tra le necessità dell’uomo e il recupero e la tutela del sistema ambientale.
Tale equilibrio appare oggi più difficile, per l’accresciuta importanza delle forzanti di origine antropica, talvolta così rilevanti da innescare processi di scala globale ed indurre cambiamenti assai repentini nell’ambiente. 

Il Sistema Lagunare è fortemente interconnesso tra tutte le sue componenti e non si addice a modellazioni banali. 
Chi afferma che su Venezia si sono fatti anche troppi studi, dimentica che la funzionalità del suo sistema è distante dall’essere descritta e compresa in dettagli importanti: il “buon senso comune” non basta alla soluzione di problemi complessi, e solo il rigore ed il progresso scientifico possono aiutare a dipanare la matassa.

Peraltro, la ricerca di nuova conoscenza non deve fornire facili alibi per evitare decisioni inderogabili, che si devono basare sulla conoscenza di oggi, comunque assai maggiore di quella di qualche decennio fa: l’importante è che continui l’ approfondimento e il monitoraggio scientifico, seguendo i mutamenti determinati dagli interventi effettuati, affinché le attività di oggi possano arricchirsi confrontandosi con le maggiori conoscenze di domani.
Il ruolo della Ricerca Scientifica nella Salvaguardia di Venezia è quindi tutt’altro che marginale e secondario, è invece centrale ed indispensabile, deve essere rispettato nella sua autonomia e sostenuto con adeguate risorse, nell’interesse di tutti, perché Venezia e la sua laguna sono patrimonio prezioso dell’Umanità.