Venezia Città Resiliente

CORILA è l’organizzazione partner dell’Amministrazione comunale di Venezia per le attività riguardanti la Campagna delle Nazioni Unite per rendere le città resilienti “Making cities resilient- My city is Getting Ready!”. Nel 2011 Venezia aderisce alla Campagna che raccoglie oggi più di 1500 città del mondo tra cui Bangkok, Istanbul, Madrid, Città del Messico, San Francisco. Venezia è stata la prima città italiana ad aderire alla campagna, seguita da Ancona, Roma e Firenze ed altre 32 città italiane

Lanciata nel 2010 dalle Nazioni Unite, nell’ambito della Strategia Internazionale per la Riduzione dei Disastri –UNISDR, l'iniziativa Making Cities Resilient riflette sui metodi più efficaci per sviluppare a livello locale la resilienza agli eventi naturali potenzialmente catastrofici, grazie alla collaborazione con i governi locali e alla valutazione e gestione dei rischi urbani. La campagna rappresenta lo strumento per l’implementazione a livello locale del Quadro d’Azione Hyogo, un piano decennale adottato dai 168 Paesi che hanno partecipato alla Conferenza Mondiale sulla Riduzione dei Disastri, che si è tenuta nel gennaio 2005 in Giappone.

Pierpaolo Campostrini, direttore di CORILA al convegno KultuRisk, Ginevra, Switzerland, Maggio 2013

Il concetto di “Resilienza” è associato a quello della prevenzione dei rischi, ma anche alla riduzione delle conseguenze che eventi calamitosi possono portare alle comunità: un sistema “resiliente” è in grado di recuperare le proprie funzioni originarie anche dopo un evento grave che le ha temporaneamente compromesse.

Nell’accompagnare le città aderenti nel loro percorso, la campagna suggerisce un piano di azione che coinvolge 10 settori di intervento, considerati essenziali al fine di raggiungere un livello adeguato di resilienza, tra i quali predisposizione di fondi ad hoc, studi aggiornati di valutazione dei rischi, consolidamento delle strutture critiche, continue valutazioni di sicurezza per scuole e ospedali, istallazione di sistemi di allarme precoce ed investimenti infrastrutturali per la riduzione dei rischi.

Nel 2011 la città di Venezia è stata riconosciuta, nell’ambito della campagna delle NU, come «città modello nella protezione del patrimonio culturale". Nel 2012 il sindaco Giorgio Orsoni è stato nominato dal rappresentante speciale del Segretario Generale delle Nazioni Unite Margareta Wahlström “Campione” della campagna (unico europeo), per il suo impegno nella promozione e lo sviluppo della resilienza delle città e della protezione dei beni culturali.

/>

Pierpaolo Campostrini, direttore di CORILA al convegno "Building Cities Resilience to Disasters", Venezia 2012

Il direttore di CORILA, Pierpaolo Campostrini, è il “focal point” della campagna per il Comune di Venezia.

Il Sindaco Giorgio Orsoni ed il direttore di CORILA hanno partecipato alla III ed alla IV edizione della Global platform for Disaster Risk Reduction intervenendo nella sessione plenaria dedicata al tema della “Resilienza e patrimonio culturale”.


Documenti della Campagna "Making Cities Resilient" per gli Enti Locali

Manuale per dirigenti dei governi locali: fornisce un quadro generale sulla Riduzione dei rischi e una serie di buone pratiche già realizzate in altre città.

Strumento di autovalutazione per i governi locali (Local Government Self-Assessment Tool - LGSAT): fornisce una serie di interrogativi attorno ai 10 punti essenziali della Campagna che permettono alla città di valutare il proprio livello di pianificazione e investimento in materia di riduzione dei rischi e adattamento ai cambiamenti climatici. 

Creare città resilienti: Sintesi per i responsabili politici: Una sintesi tratta dal Report 2012 della Campagna Making cities Resilient  sui trend e le attività che le città hanno intrapreso per ridurre i rischi di catastrofi.

Creare città resilienti: Relazione 2012: illustra attività di sviluppo della resilienza nei territori e descrive le linee di forza di percezioni e approcci dei governi locali alla problematica della riduzione dei rischi di catastrofi.


Attività della Città di Venezia nell'ambito della Campagna "Making Cities Resilient" 

Poster della città di Venezia, Venice Role model for Cultural heritage.

Convegno internazionale "Building Cities Resilience to Disasters: Protecting Cultural Heritage and Adapting to Climate Change", Venezia 19-20 marzo 2012:organizzato dal Comune di Venezia, in collaborazione con CoRiLa (Consorzio Ricerche Laguna), e UNISDR (United Nations International Strategy for Disaster Reduction), l'agenzia delle Nazioni Unite dedicata alla riduzione delle calamità.
Concept Note
Agenda

Venice Declaration on Building Resilience at the Local Level towards Protected Cultural Heritage and Climate Change Adaptation Strategies: Adottata a Venezia a conclusione dei lavori del convegno internazionale “Building Cities Resilience to Disasters: Protecting Cultural Heritage and Adapting to Climate Change”.

Local progress report on the implementation of the Hyogo Framework for Action (First Cycle), 31 marzo 2013

Gemellaggio tra le Città di Venezia e Dubrovnik, firmato il 18 maggio 2012 a Ca'Farsetti.

Attività di scambio e collaborazione con la Città di Byblos in Libano: Workshop on Protection of Venice and Byblos against maritime risks, Byblos 28-29 June 2011

L’esperienza della città di Venezia alla IV Conferenza ONU per la Strategia di Riduzione dei Disastri: Il Sindaco di Venezia è intervenuto alla IV Global Platform for Disatster Risk Reuction, presentando l’esperienza di Venezia nella sessione plenaria dedicata al tema della "Resilienza e patrimonio culturale", organizzata da UNESCO. Ginevra 19-23 maggio 2013.