In corso il Progetto SASPAS: Safe Anchoring and Seagrass Protection in the Adriatic Sea

logo SASPAS

FRUIZIONE E CONSERVAZIONE DEGLI HABITAT MARINI DELL’ADRIATICO

Progetto transfrontaliero Italia-Croazia SASPAS

ANCORAGGI ECO-COMPATIBILI per DIPORTISTI

ed altre azioni per la salvaguardia delle praterie di fanerogame marine

SASPAS (Safe Anchoring and Seagrass Protection in the Adriatic Sea) è un progetto finanziato nell’ambito del Programma di Cooperazione Territoriale Italia - Croazia ed è finalizzato a preservare e migliorare lo stato di conservazione degli ecosistemi presenti sul fondale del Mare Adriatico. Esso si sviluppa nell’arco di 30 mesi a partire da gennaio 2019.

CORILA (Consorzio per la Gestione del Centro di Coordinamento delle Attività di Ricerca inerenti il Sistema Lagunare di Venezia) con l’Università Ca’ Foscari di Venezia (come affiliato) e SELC Soc Coop di Venezia sono partner del progetto, in un consorzio che comprende anche il Comune di Monfalcone (capofila), CoNISMa (COnsorzio Nazionale Interuniversitario per le Scienze del MAre), il Parco Naturale Regionale Dune Costiere da Torre Canne a Torre San Leonardo (Brindisi) e, come partner croati, SUNCE (Association for Nature, Environment and Sustainable Development), il Parco Nazionale delle isole Incoronate e l’Università di Fiume – Dipartimento di Biotecnologia.

Componente importante per la salvaguardia degli habitat marini dell’Adriatico è la garanzia di una presenza adeguata, nei fondali adatti, di fanerogame marine (come Posidonia oceanica). Queste piante acquatiche sono messe in pericolo da diversi fattori, tra i quali la crescente pressione del traffico diportistico: infatti, le ancore, anche di piccole dimensioni, possono distruggere ampi tratti di prateria. Il progetto SASPAS prevede la posa di sistemi di ancoraggio eco-compatibili per le imbarcazioni da diporto, l’esecuzione di trapianti pilota di fanerogame marine, lo svolgimento di attività di monitoraggio e la definizione di linee guida per la gestione integrata di queste risorse marine nell’ottica di un opportuno equilibrio tra fruizione, protezione e conservazione.

Le azioni concrete previste dal progetto saranno condotte in tre siti facenti parte della Rete Europea Natura 2000 e sottoposti a diversi gradi di pressione antropica: il Golfo di Panzano (Monfalcone), il litorale brindisino del Parco Naturale Dune Costiere da Torre Canne a Torre San Leonardo, il parco delle isole Incoronate in Croazia. Le soluzioni innovative proposte nell’area adriatica, in termini concreti e di governance, potranno essere estese anche in altri contesti marini.

A fine maggio 2019, sono state già completate le attività di monitoraggio nel Golfo di Panzano (Monfalcone), che hanno previsto l’acquisizione di informazioni sulla presenza/assenza e distribuzione delle praterie di fanerogame marine e l’identificazione di aree lungo dove posizionare delle stazioni di controllo per lo studio degli ecosistemi presenti. Sono attualmente in avvio le operazioni di monitoraggio negli altri siti di progetto.

Pagina del Progetto SASPAS

logo CORILAlogo SELC